Archivi tag: formazione

10 osservazioni sulle startup romane

In una raccolta dell’account Youtube di Roma Capitale (NotizieRomaCapitale) sono presenti una decina di interviste a responsabili di startup romane. Le loro attività sono state scelte con il criterio di avere almeno un legame, anche indiretto, con le attività della pubblica amministrazione. Sono un bel panorama, anche se altre seguiranno, della situazione e meritano di farci una riflessione sopra.

L’obiettivo delle interviste era quello di fornire degli esempi ai giovani romani su cosa si può fare in concreto per risolvere il problema del lavoro che manca. Intervistare i protagonisti di queste imprese, può essere da stimolo e da suggerimento per tutti quelli che hanno una bella idea e vorrebbero trasformarla in una fonte di reddito.startup romane

Continua a leggere

lavoratori digitali per la pubblica amministrazione

lavoratori digitali per la pubblica amministrazioneIn un recente articolo Giovanni Arata (leggi) pone il problema della scarsità di figure professionali adatte alla gestione della rete.

Secondo i suoi dati mancheranno fino al 2020 circa un milione di professionisti per governare le nuove tecnologie.

Lui si riferisce al panorama complessivo del mondo lavoro, io vorrei dedicarmi a quello della PA.

La carenza di figure professionali adatte alla gestione della rete è ancora più vistosa nel pubblico impiego. Vuoi per le resistenze al cambiamento, vuoi per l’età avanzata del personale presente. Sono poche e mal utilizzate le figure professionali che Giovanni citava.

Molti degli adeguamenti alle nuove tecnologie sono il frutto di un impegno personale di alcune persone, spesso non aiutate in questo sforzo.

Non deve inoltre essere sottovalutato un ruolo dei dirigenti spesso antagonisti a questo sviluppo. Vuoi per reminiscenze culturali, vuoi per vecchie abitudini.

Vengo ora da una discussione interminabile sulle modalità di pagamento sulla rete. Non si riesce a far capire che alcune prestazioni sulla rete vengono pagate in anticipo e con le carte di credito.

Fino ad ora le uniche attività pagate in anticipo dalla PA erano quelle legate all’istallazione dei sanpietrini. Pavimentazione tipica di alcune zone centrali dei comuni italiani. Immagino poi Continua a leggere